GIURIA

La giuria del Premio Gregor von Rezzori — Città di Firenze, XIV Edizione​

Andrea Bajani è uno scrittore e giornalista italiano. Nel 2011 ha vinto il Premio Bagutta col romanzo Ogni promessa e nel 2008 ha vinto il Premio SuperMondello, il Premio Recanati e il Premio Brancati col romanzo Se consideri le colpe. Nel 2006 ha scritto il reportage Mi spezzo ma non m’impiego sulla situazione di incertezza dei lavoratori italiani. Vive e lavora in Germania.

Ernesto Ferrero è un autore, critico letterario ed è il direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino. Ha scritto diversi romanzi, una biografia, ha curato il Dialogo tra Primo Levi e Tullio Regge ed è stato Direttore Editoriale di Einaudi. Come critico collabora coi quotidiani “La Stampa” e “Il Sole 24 Ore” e compare spesso come commentatore in trasmissioni culturali della RAI. Vive e lavora a Torino.

Alberto Manguel è uno scrittore, traduttore, redattore e docente argentino naturalizzato canadese. Autore di cinque romanzi, di un libro di criticacinematografica e di numerosi saggi, nel 1996 ha scritto l’acclamato Una storia della lettura. Manguel cura tuttora svariate antologie letterarie e tiene una rubrica per la rivista Geist. Vive e lavora negli Stati Uniti ed è stato recentemente nominato Direttore della Biblioteca Nazionale di Buenos Aires, la “sedia di Borges”.

Beatrice Monti della Corte è nata da padre lombardo e da madre armena. Nel 1955 ha aperto a Milano la Galleria dell’Ariete, che è stata per più di 25 anni un punto di ritrovo di scrittori e artisti internazionali. Nel 1967 ha sposato lo scrittore Gregor von Rezzori, con cui ha vissuto in Toscana; dopo la morte del marito nel 1998, ha trasformato la loro dimora in una fondazione per scrittori rinomati provenienti da tutto il mondo e, finora, ne ha ospitati più di 170. Collabora tuttora con Vanity Fair e vive tra New York e la Toscana.

Andrea Landolfi (Roma, 1957) insegna Letteratura tedesca e Traduzione letteraria all’Università di Siena, dove, fino al 2013, ha diretto il “Master in Traduzione letteraria e editing dei testi”. Ha studiato e tradotto, tra gli altri, Goethe, Schopenhauer, Hofmannsthal, Th.Mann, Musil, Rezzori. Nel 1996 ha vinto, per la traduzione di un’opera di Rezzori, il “Premio Prezzolini per la traduzione”, nel 2008 il “Premio Città di Biella per la traduzione poetica” e nel 2016, per il complesso della sua attività di traduttore letterario, la “Übersetzungsprämie” della Presidenza del Consiglio della Repubblica Austriaca. Dal 2007 al 2013 è stato presidente della sezione “Traduzione” del “Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze”. È membro corrispondente della Bayerische Akademie der Schönen Künste.

Edmund White è un romanziere, saggista, autore di volumi autobiografici e insegna scrittura creativa presso il Lewis Center for the Arts della Princeton University. Nel corso della sua prolifica carriera ha scritto più di 25 libri, tra cui le biografie di Rimbaud, Genet e Proust, un’opera teatrale e 12 romanzi; nel 1989 ha vinto la prima edizione del premio alla carriera Bill Whitehead Award. Vive e lavora a New York.

Maylis de Kerangal è autrice di molti romanzi e raccolte di racconti. Nella sua carriera, ha ricevuto numerosi premi tra i quali: il Prix Médicis nel 2010 per Nascita di un ponte, il Premio Landerneau nel 2012 per Tangente vers l’est e il premio France Culture – Télérama nel 2014 per Riparare i viventi. Si è inoltre occupata di editoria, fondando nel 2004 la casa editrice Editions du Baron Perché specializzata in letteratura d’infanzia.